Uomini che picchiano le donne, i centri che provano ad aiutarli

“Era come se avessi bisogno di possederla. Era mia e tutto mi sembrava a posto finché lei mi stava intorno e faceva le cose come volevo” (Riccardo, 24 anni)

“Forse non la stavo picchiando, ma so che stavo cercando di controllarla e volevo smettere” (Paolo, 40 anni)

Sono queste alcune delle storie che passano nei CAM Centri di Ascolto per Uomini Maltrattanti, presenti in varie città italiane. È qui che arrivano gli uomini che hanno capito di vivere un problema e che, con l’aiuto degli psicologi del centro, cercano di affrontarlo e a volte risolverlo. Sono il lato maschile del contrasto alla violenza sulle donne, che è portata avanti in spazi femminili e femministi come quello che vi abbiamo raccontato recentemente su neifatti. Continua a leggere

Isolato dall’autismo e dallo Stato – La Lente in pillole

Di testimoni di giustizia e della loro vita si parla ancora poco. Di questa comunità di meno di ottanta persone si conoscono solo limitate vicende, e ad alcune questo blog ha cercato di dare voce. Eppure ci sono realtà che restano relegate a questioni private dei testimoni. Come nel caso dei familiari più vicini del testimone di giustizia, mogli o mariti e figli, che dal primo momento condividono cambiamenti, limitazioni e, in alcuni casi, continui trasferimenti da una località all’altra per ragioni di sicurezza. Questo fa sì che anche loro rientrino nello status di testimoni, anche se a volte con tutele ridotte. Continua a leggere