Riflessioni sulla legalità, oltre gli anniversari – La Lente in pillole

23 maggio 1992. 28 anni, tra due giorni. Eppure quest’anno, per la prima volta, sarà un anniversario un po’ diverso, complice lo stop generale imposto dall’emergenza sanitaria del Covid-19.
C’è tempo, da settimane ormai, per riflettere in silenzio, per riscrivere la mappa delle priorità. Si sta capendo, non senza difficoltà, l’importanza di una distribuzione più equa dei diritti, dell’ascolto soprattutto di chi ha sempre fatto il suo dovere pur non ricevendo elogi. E questo ci ha ricordato che fare il proprio dovere è un atto di responsabilità indispensabile, per tutti. Continua a leggere

‘Missing’, i migranti senza traccia

Numeri al posto dei nomi. Questa è la sorte degli immigrati morti e non ancora riconosciuti a cui è stata data sepoltura in varie località italiane. Uomini, donne, bambini inghiottiti dall’invisibilità e da politiche europee ferme all’idea che i flussi migratori siano un’emergenza. Mentre i numeri fanno i conti con l’attualità e la storia di tutti i giorni.
Più di 6600 persone morte, tra il 2015 e la prima metà del 2016, nel tentativo di attraversare il Mediterraneo, senza contare i decessi non registrati. “La maggior parte di questi cadaveri sono sepolti senza identificazione, (…) e migliaia di famiglie dei Paesi d’origine dei migranti sono ignare della sorte dei loro cari”. Continua a leggere