Pontificando sullo Stretto – La Lente in pillole

Decenni di pontificazioni. Di lusinghiere promesse e progetti all’avanguardia, capaci di tenere in piedi i sacchi vuoti dei governi da sinistra a destra che hanno attraversato l’ultimo secolo. Investimenti con cifre da capogiro che si sono rivelate puntualmente un raggiro.
Siciliani e calabresi, soprattutto chi vive nelle due città separate dallo Stretto – Messina e Reggio Calabria -, hanno da sempre memoria di qualcuno che si è detto ‘interessato a costruire il Ponte sullo Stretto’. Un Ponte che per anni è stato per molti l’altra Fata Morgana dello Stretto di Messina, al punto da animare un legittimo e necessario dibattito tra i cittadini favorevoli e quelli contrari a questa opera.

A sorreggere il lungo Ponte tra Sicilia e Calabria l’ipotesi di posti di lavoro in più, di turismo in crescita, e di un minore isolamento. Argomenti cari, che stanno a cuore ad un Meridione depresso dalla disoccupazione e da strade, ferrovie o ponti che accorcino le distanze con la penisola. Ad abbatterlo chi ha sempre sostenuto che l’opera, per quanto da guinness dei primati, è fin troppo costosa a fronte di infrastrutture carenti e mai completate. Inoltre, sul fronte del No il Ponte oltre che inutile danneggerebbe l’ambiente e sarebbe tecnicamente irrealizzabile. A questo si aggiungerebbero i timori paventati di offrire un nuovo lucroso affare alle mafie.
Argomentazioni e dibattiti da bar, di fronte ad un progetto a metà tra fuffa e leggenda che è stato e continua ad essere l’ennesimo specchietto per le allodole da rifilare, un tempo solo ai siciliani e di recente anche agli italiani.

Sorprendenti immagini da cartolina, o da libro di geografia, come queste.


Foto che diventano un oltraggio all’intelligenza degli italiani se si scorrono (vedi sopra) le notizie degli ultimi quasi cent’anni, dalla stampa dell’epoca, sul Ponte.
E ieri il premier Matteo Renzi, ripescando dai sotterranei di Palazzo Chigi il progetto del Ponte sullo Stretto, ha solo aggiunto una foto in più a questa sbiadita e ripetitiva galleria storica.

Annunci

16 Pensieri su &Idquo;Pontificando sullo Stretto – La Lente in pillole

  1. Sono completamente d’accordo, ogni tanto qualcuno sente il bisogno di strumentalizzare la questione, forse perché a corto di argomentazioni più convincenti. Io ritengo che il ponte sia un’opera tecnicamente realizzabile, ma estremamente difficoltosa e pertanto molto onerosa. Sono tra quelli che reputa che ci siano molte opportunità più convenienti di investimento, se si vuole realmente far crescere quelle regioni depresse. Vorrei ricordare che nel 1908 ci fu ill terremoto di Messina e conseguente maremoto, la più grande tragedia naturale dell’Italia, per cui la zona è ad altissimo rischio sismico. Pertanto sono assolutamente condivisibili tutte le perplessità dell’autrice.

    • Quel che stupisce è che un governo che sa quel che dice, e che non vende fumo negli occhi, non dia risposta ai dubbi di tanti. La cartina al tornasole di governi inconsistenti, questo è il ponte sullo stretto. Purtroppo. Grazie del contributo, Daniele.

  2. Il ponte sullo stretto è un cadavere che resuscita ad ogni giro di furbizia. Adesso mancano i voti del sud? allora la risposta non sta nelle mille piccole medie opere che il ministro Del Rio (silente e superato) diceva come prioritarie per migliorare la vita di tutti, ma serve il simbolo. In fondo una grande opera rende grande il costruttore, lascia traccia, mentre la modesta sofferenza quotidiana, la mancanza di futuro sono un sussurro fastidioso. Spero che tutto torni da dove è giunto e che la risposta alla domanda: ma cosa ci serve subito, anzi da ieri, diventi un urlo.

    • Le grandi opere sono la panacea di tanti mali, di tanti limiti. E infondo a tutti i Capi di Stato, forse, piacerebbe realizzarla sul serio per mettere la propria firma. E speriamo che quell’urlo si alzi il prima possibile. Grazie delle riflessioni.

  3. Un’illusione che dura da oltre 100 anni e continuerà ad illudere i tanti cittadini che, come me, credono nell’utilità della realizzazione del ponte.

  4. Io una proposta per il ponte l’ avrei: ” ridurre le distanze, con le montagne di spazzatura che non si sa dove buttare ” che rendono
    invivibili le nostre contrade , cosi la Sicilia si avvicinerebbe alla
    Calabria e l’ affare diventerebbe un “bussines ” che incontrebbe
    l’ interesse di tutti gli Italiani onesti e no. !!! In alternativa ne avrei
    un altro : ” rivolgersi alla nota impresa che risolse il noto problema
    dei collegamenti fra le due sponde con il suo mantello, cioè la
    “S.r.l. S. Francesco Di Paola ” che ha competenze specifiche in materia storicamente provate dai Suoi miracoli . !!! Chi sà se una
    di queste idee incontrerà il plauso di tutti i ” gattopardi ” interessati?!???…..

  5. A parte le difficoltà oggettive, leggi area sismica, vento, ecc., della progettazione, si aggiungono i costi, che nelle cifre appaiono ridicoli tanto sono bassi, e i tempi di realizzazione, ma chi ci crede. Renzi pare prendersi gioco dell’intelligenza degli italiani con un’opera che non accorcia nulla – basta pensare al deserto sui due versanti, e che puzza di scelta elettorale.

    • Le difficoltà ci sono e nessuno ha mai dimostrato di volerle superare, anche quelle che superabili potrebbero esserlo. E non parlo solo dell’opera faraonica del ponte, ma di interventi ordinari. Io continuo ad augurarmi, ogni volta, che chi verrà dopo non tiri più fuori questo impagliato coniglio dal cilindro. Ma il sud è sempre meno nei pensieri del governo, specie se si è già attinto con i voti. Grazie del tuo contributo.

      • Infatti pensare a un’opera dove i colli di bottiglia sono a valle e a monte è semplicemente demenziale. Con quei soldi si possono sistemare molte cose in quell’area. Di certo più utili del ponte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...